Home

L’azienda agricola Zafferano del Cilento si colloca nel parco nazionale del Cilento e Vallo del Diano, nel comune di Gioi Cilento, situata ad una altitudine di 800 m sul livello del mare. La consapevolezza che lo zafferano selvatico sia presente sulla dorsale appenninica, ci ha portato a intraprendere la coltivazione di questo prezioso fiore per affrontare la sfida della riconversione produttiva degli spazi abbandonati, mirando ad una rinascita economica delle terre dell’abbandono, con questo spirito l’azienda ha avviato la produzione dello zafferano. L’azienda esclude il concetto di sfruttamento tout curt, sposando invece l’idea della sinergia della produzione con i cicli naturali ed il lavoro in sintonia con essi.Produciamo lo Zafferano del Cilento nello stesso modo con cui lo hanno sempre fatto gli uomini dell’appennino, metodicamente, eroicamente, captando le energie che dalla natura provengono, lezioni di umiltà e durezza proiettati verso la ricerca del meglio; tutto il lavoro trova riscontro magnificamente nell’immaginario che gli stimmi di oro rosso riescono a palesare in modo singolare. Rispetto della terra, accurata conoscenza e passione, raggiungono nel nostro prodotto il meglio per chi ricerca una spezia pregiata, frutto di un impegno all’altezza del compito.

 

LA PRODUZIONE DEL NOSTRO ZAFFERANO

Lo Zafferano del Cilento è coltivato con metodi esclusivamente naturali, partendo da un’ attenta analisi dei terreni di impianto. Nei diversi processi produttivi non ci si avvale dell’aiuto di alcun additivo chimico, seppure concesso dalle leggi in vigore. La raccolta si effettua nel mese di fioritura (generalmente tra l’ultima settimana di Ottobre e le prime due di Novembre) al mattino presto, anticipando l’apertura del fiore, in modo tale che lo scrigno di tepali protegga e custodisca il tesoro di stimmi profumati. Nella stessa giornata si effettua la sfioratura, una tecnica che consiste nell’aprire il fiore con le dita di una mano, e nell’estrarre gli stimmi con le dita dell’ altra mano, evitando di alternarle, preservando in questo modo il prodotto dalle contaminazioni da sfioratura. Gli stimmi vengono celermente essiccati ad una temperatura controllata (35°C) preservando in questo modo le preziose sostanze termolabili che danno tanto pregio allo Zafferano.

Back to top